martedì 27 giugno 2017

Il mio gelato di zenzero con salsa ai lamponi per il Club del 27




 
Le sfide tecniche dell’MTC sono le mie preferite, quelle nelle quali la ricetta proposta insegna competenze nuove, mai provate prima. La sfida sul gelato fatto in casa, senza gelatiera (nel mio caso) della Mapi è stata una delle più amate, riuscire a servire un gelato fatto con le proprie mani è paragonabile in soddisfazione, ad un panettone lievitato perfettamente. Potrei averne fatti tanti in questi anni, la mia amica Barbara ancora mi chiede quello alle olive nere che le feci assaggiare (ha gusti strani la ragazza) invece ho sempre rimandato. Ci voleva il Club del 27 per indurmi a riprovare e peccato che questo mese sia stato molto impegnato altrimenti ne avrei provati almeno 2 o 3. 




Ho scelto quello allo zenzero di Dauliana perché lei è una certezza e lo zenzero è la mia fissazione. Fare il gelato a casa vuol dire utilizzare materie prime ottime, altrimenti neanche provare a farlo, le quantità sono piccole e vale la pena di farlo buonissimo. 



Questo gelato, in particolare, ha meno della metà della dose di zucchero adatta per la crema inglese come spiega bene Mapi nel suo post, ma per sentire bene il sapore dello zenzero ho preferito diminuire lo zucchero oltre la dose di Dauliana. Ho evitato il ribes perché non mi piace ma la salsa di lamponi è veramente paradisiaca, se amate l’asprigno. 





GELATO ALLO ZENZERO CON SALSA AI LAMPONI E GRAPPA:


300 g di latte intero

130 g di zucchero

250 g di panna fresca

3 tuorli

1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato



per la salsa ai lamponi e grappa:

300g di lamponi

1 cucchiaio scarso di zucchero

1 bicchierino di grappa morbida



Preparare la crema inglese per il gelato montando i tuorli con lo zucchero e nel frattempo far bollire il latte con lo zenzero grattugiato. Versarlo a filo sulle uova montate mescolando continuamente con una frusta. Versare in un pentolinoe  fare addensare la crema inglese fino a quando non velerà il dorso di un cucchiaio e avrà raggiunto la temperatura di 85 °C. Non superare questa temperatura o lo stadio della velatura del cucchiaio, altrimenti la crema si coagula e impazzisce. Toglierla immediatamente dal fuoco e immergere la base della pentola in una ciotola contenente acqua e ghiaccio mescolando continuamente, altrimenti si raffredda solo quella a contatto coi bordi del recipiente, mentre il resto rimane caldo. Se l’acqua si intiepidisce sostituirla con altra acqua fredda e ghiaccio per abbatterne rapidamente la temperatura. Quando la crema sarà fredda trasferirla in un barattolo a chiusura ermetica  e far riposare in frigo almeno un’ora, anche tutta la notte: il composto deve essere freddo di frigorifero prima di passare alle fasi successive della lavorazione. Unire la panna liquida al composto e amalgamarla bene fino a che non sarà perfettamente inglobata.



Trasferirla in un contenitore rettangolare con coperchio e metterla in freezer per 60-90 minuti,riprendere la crema e dare una frullata con le fruste elettriche per rompere i primi cristalli di ghiaccio, rimettere in congelatore e ripetere questo passaggio per altre due volte, alla terza e ultima volta mettere il gelato in una vaschetta apposita coperto da un foglio di cartaforno a contatto che eviterà la formazione di cristalli di ghiaccio e riporre in freezer per 30-60 minuti,prima di servirlo lasciarlo 20 minuti in frigorifero.


Preparare la salsa mettendo in una padella lo zucchero e un cucchiaio di acqua, unire i lamponi e cuocerli per un paio di minuti, sfumare con la grappa e finire la cottura fino a che saranno completamente disfatti,passarli al colino per togliere i semi.

Servire il gelato con la salsa.